“Il Mio S.Marzano” al TuttoPizza

“Il Mio S.Marzano” al TuttoPizza

Solania presenta il suo progetto  al TuttoPizza.

TuttoPizza è il Salone Internazionale della Pizza dedicato agli operatori del settore che si tiene da ieri 21 a mercoledì 23 maggio 2018 a Napoli, presso la Mostra D’Oltremare, in cui verrà presentato il progetto “Il Mio S. Marzano” di Solania srl.
Presso il Padiglione 1 Stand 82, ad utilizzare il S. Marzando D.O.P. dell’agro Nocerino Sarnese, (prodotto top di gamma di Solania), per la preparazione di pizze gustose ed uniche, sono diversi i team e Maestri Pizzaioli, come:

– Mario Severino di “Officina della Pizza”;

– Pietro del Giudice de “La Smorfia”;

– Carmine Marrazzo dell’ “Accademia della Pizza”;

– Giuseppe Menichini de “La Baraonda” di Nocera;

– Emiliano D’Amora e Gerardo Picariello del “Believe”;

– Domenico Gallo de “La Nuova Saporita”;

– Giuseppe Maglione di “Daniele Gourmet” di Avellino;

– Angelo Ranieri di “Totò Sapore” a Napoli;

– Salvatore Susta di “Sustable” di Volla;

– Il Team dei Pizzaioli di “Morsi e Rimorsi” Caserta-Aversa;

-Il Team di “Wip” di Domenico Fortino;

– I fratelli Mirco e Danilo Fusco di “Benvenuti al Sud “;

– Francesco Miranda di “Màdia” .

La Solania srl dopo poco tempo dalla sua nascita, (nel 1993), si posiziona tra le più importanti realtà imprenditoriali del settore agroalimentare campano, soprattutto, ma non solo, per la produzione del San Marzano D.O.P.  Giuseppe Napoletano, alla guida dell’azienda propone un’ampia gamma di prodotti  con elevati livelli di qualità, frutto di una grande esperienza nel campo della coltivazione  coniugata all’elevata abilità di sapersi posizionare nel mercato di riferimento. La mission aziendale di Giuseppe Napoletano conduce ad aver una cura maniacale per la selezione della materie prime destinate ad un processo di trasformazione che ben poco si allontana dai  tradizionali metodi artigianali.

Il Progetto il “Mio S. Marzano”, nato sotto l’egida della Coldiretti Campania e del Consorzio San Marzano D.O.P., prevede che i pizzaioli e i ristoratori possono scegliere il lotto di produzione desiderato e personalizzare l’etichetta del packaging con il loro logo, la loro immagine o altro segno identificativo.
Connesso a questo progetto vi è la costituzione di una rete d’imprese chiamata Solanacea 2.0 che comprende: la cooperativa di agricoltori, i cui soci hanno ricevuto un QR code correlato alla salubrità dei loro terreni, alla società di trasformazione e alla società dedicata alla commercializzazione”.

 



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *