CI DISSOCIAMO DA OGNI IMITAZIONE DEL PANUOZZO

CI DISSOCIAMO DA OGNI IMITAZIONE DEL PANUOZZO

ASSOCIAZIONE PIZZA E PANUOZZO DI GRAGNANO: «CI DISSOCIAMO DA OGNI IMITAZIONE DEL PANUOZZO. DOBBIAMO TUTELARE QUESTA ECCELLENZA GASTRONOMICA!»

Camillo Arpaia: «Abbiamo il dovere di tutelare la produzione gragnanese da qualsiasi forma di imitazione e promuovere il vero panuozzo di Gragnano che, da anni, richiama numerosi buongustai curiosi di provare quest’eccellenza gastronomica – dichiara il Presidente dell’Associazione Pizza e Panuozzo di Gragnano – Siamo in attesa dell’approvazione del disciplinare da parte della Regione Campania, per far sì che il panuozzo di Gragnano non sia più prodotto in maniera errata».

Il panuozzo, dalla forma di un grande panino realizzato con del pane cotto nel forno a legna ma preparato con lo stesso impasto della pizza, è nato negli anni ’80 come una pietanza economica e di facile preparazione. 

È tra i prodotti più tipici e conosciuti della tradizione culinaria della città di Gragnano, in provincia di Napoli. 

La cottura del panuozzo è articolata in due fasi: la prima è istantanea ed è necessaria per cuocere l’impasto e dividerlo a metà; la seconda dura circa tre minuti e comprende la farcitura. 

La composizione della farcitura e dei condimenti può essere anche personalizzata a seconda del gusto del consumatore finale.

Il gusto classico del panuozzo è fior di latte e pancetta.« L’Associazione Pizza e Panuozzo di Gragnano, si dissocia da qualsiasi evento di promozione del panuozzo non patrocinato dalla stessa ed ogni imitazione del panuozzo è un insulto alla nostra professione e alla nostra storia! – continua il Presidente Arpaia – Invitiamo tutto il pubblico ad assaggiare quest’eccellenza nelle numerose pizzerie di Gragnano ed il prossimo anno al Festival del Panuozzo che si tiene nella nostra città!».
(articolo di A. Ammirati)